Human score    Trustpilot Stars    number of reviews    Trustpilot Logo

Rhum Rhum


L’isola di Marie Galante produce senza alcun dubbio uno dei migliori Rum del mondo.
Rhum Rhum è un progetto che parte dal Mediterraneo, passa poi nel cuore dell'Europa per esprimersi infine nei Caraibi. È qui, infatti, che gli alambicchi progettati dal mastro distillatore Gianni Vittorio Capovilla, e realizzati nelle officine tedesche della Müller, lavorano il succo vergine delle canne da zucchero coltivate sul suolo di Marie Galante.
Rhum Rhum nasce, fondamentalmente, dall'esigenza di Luca Gargano, proprietario di Velier, di produrre un grande Rhum, come i Rhum di una volta distillati a ripasso negli alambicchi Père Labat, che fosse capace di dare le stesse sensazioni che lui stesso provò scoprendo, in un piccolo magazzino a Saint Rose, il Rhum Saint James 1885, imbottigliato a Bordeaux nel 1952.
Quasi un sogno, quindi, che ha iniziato a prendere forma quando Luca Gargano è arrivato per la prima volta, alla fine del secolo scorso, a Marie Galante: qui, infatti, grazie a Dominique Thierry, Gianni Vittorio Capovilla e al fratello Paolo, Luca ha capito che tutto ciò che da sempre aveva bramato sarebbe potuto diventare reale. Così è stato.
Oggi, Rhum Rhum è il miglior Rhum Agricole del mondo e lo è per il semplice motivo che porta tutte le variabili della produzione all’eccesso, in un continuo susseguirsi di studi ed esperimenti. Non è paragonabile a nessun altro Rhum che sia mai stato prodotto, con il Rhum Rhum Blanc PMG 56° premiato come il miglior Rhum agricole del mondo da parte di Whisky Magazine, la più autorevole rivista europea sui distillati.
L'unicità di Rhum Rhum sta in una coltivazione naturale della canna da zucchero, nell'utilizzo di canne rouge e B47.259, varietà quasi completamente scomparse nelle Antille, nel trasporto alla distilleria con “cabrouettes” tirate dai tori e soprattutto nel processo produttivo.
Quest'ultimo non prevede alcuna diluizione del succo con acqua e nessuna addizione di agenti chimici o acidificanti, consta poi di lunghe fermentazioni di 5/6 giorni a temperatura controllata, e di una doppia distillazione negli alambicchi in rame a bagnomaria seguita, infine, da quella svolta personalmente dal grande maestro distillatore Gianni Vittorio Capovilla, con successiva stabilizzazione e invecchiamento in legni nobili francesi.