Untitled-1

Kingsyaad


Nel cuore della Giamaica, tra foreste pluviali incontaminate, montagne, acque purissime, spiagge sorprendenti e natura selvaggia, si produce il rum KingsYaad. Il rum giamaicano ha sempre goduto di alta considerazione, giustificata dall’attenzione costante per la qualità e per la fedeltà al tipico stile produttivo. Seguendo una tradizione che continua dal XVII secolo, la Giamaica ha preservato la lavorazione del rum, senza cedere all’industrializzazione, per la gioia degli amanti dell’autenticità e dei distillati ricchi di sentori e personalità. Per produrre il rum KingsYaad, prima della fermentazione, la lavorazione artigianale giamaicana prevede l’aggiunta di un “ingrediente segreto”: il “dunder”, un residuo delle precedenti distillazioni, che innesca il processo fermentativo e dona al rum potenza, espressività e sentori particolarissimi. Il mosto, proveniente dalla melassa di canna da zucchero, viene fatto fermentare il prima possibile; in seguito si diluisce con acqua e si filtra. La fermentazione dura ben due settimane, invece delle abituali 24-36 ore; si ottiene un rum intenso, carico di sfumature aromatiche. La distillazione in Giamaica avviene ancora con gli alambicchi tradizionali. Ideale da sorseggiare liscio o con l’aggiunta di poco ghiaccio; grazie al suo profumo che ricorda la banana flambé e alle variegate note di cacao, caffè, ciliegia sotto spirito, e al suo gusto rotondo e appagante, è un ottimo dopo cena, ma si presta anche alla creazione di esuberanti cocktail dagli echi tropicali.