Untitled-1

M. Chapoutier


“Una filosofia secondo la quale i vigneti vengono condotti rispettando al massimo il terroir e l’equilibrio dell’ecosistema, per arrivare a produrre vini che si possono riassumere solamente con due termini: pazienza e audacia”. È questo che, più o meno, sentirete dire in breve da Michel Chapoutier, nel momento in cui gli chiederete di descrivere con poche parole la sua maison.
Già agli inizi del XIX secolo, nel 1808 per la precisione, un lontano antenato della famiglia Chapoutier cominciò ad acquistare i primi vigneti nella Valle del Rodano, dando di fatto il via all’attività vitivinicola.
Oggi, a distanza di oltre due secoli, è Michel Chapoutier, da sempre appassionato di vino e autodidatta del settore, colui che regge saldamente le redini dell’azienda di famiglia, applicando le norme della filosofia biodinamica, e cercando quindi di rispettare la sua terra, la natura, l’ambiente e l’ecosistema, così da esaltare le peculiarità intrinseche delle uve e di conseguenza portarle direttamente nel bicchiere.
La sua forza d’animo e la sua convinzione hanno portato Michel a “esportare” questa filosofia anche in altri continenti, quali Australia e Stati Uniti, dove lo stesso Michel Chapoutier, infatti, produce vino, avendo, tra l’altro, anche acquistato vigneti in Alsazia e in Portogallo.
Tuttavia il richiamo di casa è stato sempre forte, e grazie alla florida attività di “negociant” ha potuto investire molte risorse nello sviluppo del Domaine di famiglia nella valle del Rodano.
Ecco quindi prendere vita una serie di etichette interminabile, che sapranno conquistare sin dal primo sorso, a partire dalle più semplici, giovani ed essenziali, sino ad arrivare alle più prestigiose e rinomate, quali l’Ermitage de l’Oree Blanc. Vini, quelli che rimandano al nome di Michel Chapoutier, in grado di rispondere a livelli qualitativi altissimi, come pochi altre bottiglie sono capaci di fare. Vini da favola, vini semplicemente targati Michel Chapoutier.