Untitled-1

Domaine du Noble


La denominazione di “Loupiac”, che ha preso vita da “La Commanderie des Compagnons di Loupiac” creata nel 1971, raggruppa circa settanta vitivinicoltori della zona di Sauternes, situata esattamente a sud est di Bordeaux, in Francia. Estesa su una superficie vitata che complessivamente arriva a coprire 370 ettari, l’AOC Lupiac si basa su tradizioni antichissime, che fanno risalire la produzione vitivinicola locale addirittura al XII secolo. In un territorio in cui le caratteristiche microclimatiche sono uniche e impossibili da ritrovare altrove, le uve - in prevalenza di semillon e di sauvignon blanc - sono vendemmiate tardivamente e lasciate appassire in pianta, in modo da far sviluppare la famosa botrytis cinerea, detta anche “muffa nobile”. Vendemmiando i grappoli in maniera progressiva, per cui in alcuni casi la raccolta avviene anche acino per acino, così da far arrivare in cantina solamente le uve colpite dal giusto grado di botrytis, si producono vini passiti ricchi di zuccheri, tra i più rinomati e famosi in tutto il mondo. Tra tutte le aziende vitivinicole che rientrano nell’AOC di Lupiac, una delle più importanti è quella del “Domaine du Noble”, gestito attualmente da Patrick Dejean (dal 2012 anche presidente de “La Commanderie des Compagnons di Loupiac”) e dai suoi figli. Patrick, uomo onestissimo e di grande intelligenza, è uno dei produttori più rinomati della denominazione di Lupiac, e riesce puntualmente a ricavare dai suoi vigneti etichette dall’eccellenza elevatissima. Potendo contare al momento su una superficie che copre circa quindici ettari, tra i filari del Domaine du Noble la ripartizione varietale vede prevalere il semillon con l’85%, cui si aggiunge il 15% di sauvignon blanc. Piante di vite che crescono su terreni argillosi e calcarei, e che hanno un’età media di circa quarant’anni, producono uve qualitativamente inarrivabili. Grappoli, che sono vinificati secondo precisi passaggi lavorativi, danno origine a vini che, successivamente, vengono lasciati invecchiare dai 18 ai 24 mesi in botti di rovere. Nascono in questa maniera i vini passiti botritizzati del Domaine du Noble: da far rientrare senza esitazioni tra i migliori vini passiti francesi, e fedele espressione della più alta qualità che al momento si possa incontrare nell’AOC di Lupiac.