Untitled-1

Human score    Trustpilot Stars    number of reviews    Trustpilot Logo

Château Sainte-Marie


"Le origini di Château Sainte-Marie risalgono a secoli fa, già nel 1874 infatti era nota per la produzione di grandi quantità di uve bianche e rosse. Gestita in origine dai monaci dell'Abbazia La Sauve-Majeure, una delle più antiche abbazie francesi, i suoi edifici furono colpiti da un incendio nel 18° secolo.
Situata nel cuore della Entre-Deux-Mers, Château Sainte-Marie gode di una posizione unica; i suoi terreni, idealmente esposti, si estendono sulle colline soleggiate poste tra Dordogna e Garonna. Dal 1956, la famiglia Dupuch-Mondon gestisce la proprietà con passione, determinazione e con particolare attenzione e rispetto per il carattere e l'originalità del terroir. In particolare, dal 1997, è Stéphane Dupuch ad avere le redini della proprietà; quest'ultimo, spinto dal desiderio di dare corso alla sua forte passione e grazie alle sue eccellenti doti interpersonali, ha fatto sì che l'azienda guadagnasse velocemente la fama internazionale. A Château Sainte-Marie, la grande diversità dei terroir, selezionati sulla base di un'approfondita indagine geologica, permette ai vini qui prodotti di distinguersi per tipicità, autenticità e straordinaria espressione. L'azienda porta avanti inoltre una agricoltura eco-sostenibile, facendo attenzione alla densità degli impianti e privilegiando metodi tradizionali di coltivazione. Dal 2009, Stéphane e Laurence Dupuch, sono poi divenuti proprietari anche del Castello Peyredon Lagravette, a 3 km a est di Listrac, nel villaggio di Médrac, per circa due secoli appartenuto alla famiglia Holstein. Qui, in un territorio noto per le sue peculiari qualità geologiche, i Dupuch coltivano per il 60% merlot e per il 40% cabernet sauvignon, senza utilizzare diserbanti e provvedendo manualmente alla vendemmia. La cantina, sotto la guida dell'enologo Éric Boissenot, si compone di 85 botti di rovere francese e vi maturano il rosso Haut-Médoc AOC, dal bel colore rubino, con riflessi porpora e dalla sorprendente complessità gusto-olfattiva, e il bianco Bordeaux AOC, fine e freschissimo, con una dominanza di agrumi e frutti esotici.
"