Untitled-1

Château Labadie


Se c’è una zona al mondo che rappresenta l’élite, la magnificenza e il prestigio del vino, quella è senza dubbio Bordeaux: con la sua storia vitivinicola di oltre 2000 anni e i suoi Châteaux maestosi, intrisi di fascino mitico e immortale, Bordeaux è circondata da un’aura regale unica al mondo. I territori del bordolese si distendono nella regione dell’Aquitania, all’estremo sud-ovest della Francia, nel dipartimento situato più a nord-ovest della regione: la Gironda. Lo Château Labadie è situtato vicino al villaggio di Bégadan, nell'area del Médoc. Ci troviamo in un'area in cui i vigneti vengono ricompresi fra il fiume Gironda e l'Oceano Atlantico, all'interno di una particolare fascia climatica caratterizzata da condizioni atmosferiche perfette per la crescita ottimale delle uve. Lo Château è retto dalla famiglia Bibey, che dal 1988 ha deciso di mettersi in proprio, abbandonando la cooperativa locale per decidere di imbottigliare autonomamente. I vigneti si snodano attraverso due zone distinte e differenti fra loro: da una parte troviamo argilla e calcare, che donano struttura e carattere alle uve; dall'altra il sottouolo è ricco di ghiaia, che porta finezza e accentua i caratteri fruttati di ciascun varietale. Oggi la famiglia Bibey domina su una proprietà di 60 ettari, monitorati quotidianamente da Jerome, sempre intento a vegliare su cabernet sauvignon, merlot, petit verdot e cabernet franc, i quattro varietali che compongono le diverse parcelle di proprietà dello Chateau Labadie. Tutti gli sforzi profusi in vigna vengono esaltati in cantina, dove, al termine del processo di vinificazione e affinamento, vedono la luce circa 300.000 bottiglie di Chateau Labadie, rosso intenso e maturo che racconta, attraverso un tannino sontuosamente gentile, l'anima più veritiera e concreta del Médoc francese.