Untitled-1

Château German Marbuzet


Se c’è una zona al mondo che rappresenta l’élite, la magnificenza e il prestigio del vino, quella è senza dubbio Bordeaux: con la sua storia vitivinicola di oltre 2000 anni e i suoi Châteaux maestosi, intrisi di fascino mitico e immortale, Bordeaux è circondata da un’aura regale unica al mondo. I territori del bordolese si distendono nella regione dell’Aquitania, all’estremo sud-ovest della Francia, nel dipartimento situato più a nord-ovest della regione: la Gironda. Poco distante da Montrose, vicino al piccolo villaggio di Cos, troviamo le frazioni di German e Marbuzet: siamo all'interno della denominazione di Saint-Estephe, caratterizzata da un terroir in cui ghiaia, argilla e sabbia danno vita a un’alternanza unica, perfetta per dare alla luce i grandi vini rossi del Médoc. Proprio qui si erge lo Château German Marbuzet, di proprietà di Didier Marcelis, connotato da un simbolo particolare: al centro della tenuta, tra i vigneti, troviamo infatti una croce posta dai credenti del villaggio nel 1822, auspicio di unione e collaborazione tra le due frazioni. L'area destinata alla viticoltura è piccola, di circa due ettari e mezzo, e l'età media delle piante è di 35 anni. Tra i filari si coltivano cabernet sauvignon, merlot e cabernet franc. In cantina si segue la tradizione, vinificando ciascuna parcella singolarmente, così da poter avere una chiara visione di ciò che il terroir offre in tutte le sue sfaccettature. L'affinamento finale del vino ha una durata di 16 mesi, e si svolge in barrique nuove per un terzo. Gli sforzi del team dello Château German Marbuzet portano alla creazione di un classico taglio bordolese, profondo, brillante, fine ed espressivo, ideale per essere consumato quando ci si vuole concedere un sorso di qualità.