Untitled-1

Château de Camparian


Nel mondo del vino ci sono poche certezze, e una di queste riguarda le aree vitivinicole della Francia, nazione che dal punto di vista enologico propone alcune aree geografiche che senza dubbio spiccano sulle altre. Tra tutte, quella di Bordeaux è una tra le zone più prestigiose. Grazie al clima temperato, mitigato dalle brezze oceaniche, e per merito dei terreni particolarmente adatti alla viticoltura, nella zona di Bordeaux sono facilmente coltivati sia vitigni a bacca rossa, quali cabernet sauvignon, merlot e cabernet franc, che uve a bacca bianca, quali sémillon, sauvignon e muscadelle. Alcune sottozone di Bordeaux, inoltre, si sono negli anni guadagnate una reputazione ineguagliabile, grazie a vini dal potenziale di invecchiamento capace di arrivare anche al mezzo secolo se non oltre! Non a caso, alcuni dei vini più costosi al mondo ci arrivano direttamente dalle terre bordolesi, che come nessun’altra regione vitivinicola rappresentano l’emblema della massima qualità enologica internazionale.
Proprio nella zona di Bordeaux, a circa 150 metri da Château Saint Victor, è situato Château de Camparian, contraddistinto da un’imponente e allo stesso tempo elegante “silhouette”. Costruito attorno al 1860, Château de Camparian è stato iscritto tra i monumenti nazionali di importanza storica nel 1991.
Da sempre tenuta vitivinicola capace di produrre vini qualitativamente impeccabili, l’azienda vede i propri filari allevati nel pieno rispetto della natura, dell’ambiente e dell’ecosistema, così che quelle che si arrivano a raccogliere vendemmia dopo vendemmia, sono puntualmente uve sane e schiette, ricche e concentrate in ogni più piccola sfumatura organolettica.
In cantina, prendendo le mosse da una materia prima di alto livello, ogni passaggio produttivo, dalla fermentazione all’invecchiamento, dall’imbottigliamento all’affinamento, viene gestito nel segno dei massimi standard qualitativi. Nell’ottica di esaltare al calice tutto quanto la stagione e il territorio sono stati in grado di esprimere nel frutto, nascono così vini intriganti e di sicuro impatto, capaci di raccontare vere e sincere emozioni.