Untitled-1

Château Cheval Noir


La storia di Château Cheval Noir risale alla fine del XIX secolo, e inizia esattamente nel cuore dell’affascinante e suggestiva zona vitivinicola di Bordeaux, precisamente a Saint-Émilion.
La tenuta fu acquistata nel 1937 dalla famiglia Mähler-Besse, i cui membri erano al tempo già importanti e affermati mercanti di Bordeaux, nonché oggi proprietari di molte realtà nella zona di Bordeaux e anche in Spagna, oltre che ancora pienamente attivi nel commercio di vini prestigiosi da tutto il mondo.
Era il 1892 l’anno in cui Fréderik Mähler, allora ventenne e soprattutto amante e appassionato di vini e alcolici, scelse di lasciare i Paesi Bassi per trasferirsi a Bordeaux. Nemmeno dieci anni più tardi, nel 1905, lo stesso Fréderik convolò a nozze con Marguerite Besse, insieme alla quale diede vita all’omonima azienda Mähler-Besse, che sin dal principio acquisì una dimensione internazionale commercializzando vini nei mercati dell’Europa Settentrionale, delle Antille olandesi, della Russia e del Canada.
Nel 1928, successivamente, sarà anche il figlio Henry a entrare nella società che, per l’appunto sul finire degli anni ’30 del secolo scorso, scelse di investire direttamente nel settore vitivinicolo acquistando, oltre che l’intera proprietà di Château Cheval Noir, anche delle quote proprietarie di Château Palmer, a Margaux.
Attualmente questo piccolo impero è gestito da Stéphanie Mähler-Faguer.
I vigneti di Château Cheval Noir si estendono su circa sei ettari totali, situati tra i comuni di Saint-Émilion, posto sulla riva destra del fiume Dordogna, e Saint-Estèphe, che si trova invece sulla riva sinistra della Gironda, nell’Haut-Médoc.
Tra i filari è massimo il rispetto di ambiente, natura ed ecosistema, e in cantina, nel segno dei più alti standard qualitativi, lo Château elabora cinque etichette al momento, che includono il prestigioso Grand Cru Saint-Émilion, da uve merlot in purezza, una denominazione Saint-Émilion standard, e tre denominazioni Bordeaux nelle versioni rosso, bianco e rosé.