Untitled-1

Château Cadet Bon


Situato appena al di fuori del villaggio di Saint Emilion, lo Château Cadet Bon produce vino all’interno di questo splendido terroir sin dal 1867. Nel 2001, Michele e Guy Richard decidono di comprare lo Château, sino ad allora rimasto per secoli nelle mani della famiglia di enologi Charente-Maritime. Michele e Guy decidono di rinnovare completamente l'azienda, per ottimizzare al meglio la resa dei vigneti e per dare un'impronta nuova agli spazi di vinificazione e affinamento, riflessa anche nella scelta di affidarsi a enologi - la coppia formata da Stephane Derencourt e Frederic Massie - con un approccio alquanto moderno. Nel 2017 ha avuto inizio un'altra tappa importante per il futuro di Cadet Bon, ovvero la decisione di convertirsi al biologico e al biodinamico, in tutti e sette gli ettari vitati. Tra i filari, si rispecchia la classica percentuale degli uvaggi dell'AOC di Saint-Emilion, con il merlot che domina all'80% del totale e la parte rimanente destinata al cabernet franc. L'età media delle piante si aggira intorno ai 40 anni, e il terroir è composto da un mix di gesso e argilla, in cui le radici possono affondare senza problemi. Le uve, che arrivano a vendemmia cariche di profumi e proprietà organolettiche, vengono vinificate in piccole vasche d'acciaio, mentre la malolattica si svolge in barrique di rovere. La fase di affinamento prevede una maturazione in barrique - nuove per un terzo - per un periodo compreso fra i 12 e i 18 mesi. Nasce così un Grand Cru che, durante le serate in cui il tema della cena è la carne, vi farà fare davvero una splendida figura: non rimane che brindare all'operato dei fratelli Richard e allo splendore del vino firmato Château Cadet Bon.