Untitled-1

Casa Lupo


L’esperienza di Paladin si proietta nell’orizzonte della Valpolicella e nasce Casa Lupo, un nuovo capitolo della storica azienda vitivinicola, che tra le sue righe continua a raccontarci una passione per il vino di lunga data. Paladin è, dagli anni '60, luogo che accoglie esperienze, passione, generoso entusiasmo, incontri e persone; è un metodo, uno stile, è, soprattutto, un modo unico di creare i vini, dove la viticoltura si fonde intimamente con l’enologia e la sapiente lentezza della cantina sa esaltare lo spirito di un territorio e l’intensità di un frutto. Paladin, anche a fronte di ciò, decide di rinnovare il proprio impegno come ambasciatore del territorio e della produzione del vino italiano nel mondo, con un altro passo in avanti, che segna un ritorno alle proprie origini regionali. Ad accogliere questa nuova sfida è uno dei migliori terroir veneti, a elevata vocazione viticola, che da anni produce vini diventati simbolo dell’italianità nel mondo: la Valpolicella. Qui Paladin ha stretto un’intensa collaborazione con i viticoltori locali, facendo incontrare la loro sensibilità autoctona con i metodi e le competenze dei propri agronomi ed enologi. Casa Lupo racchiude in sé la fierezza e l’importanza della Valpolicella, proponendosi sul mercato con tre eccellenze: Ripasso della Valpolicella, Amarone della Valpolicella, Amarone della Valpolicella Riserva. Il primo, rimacerato, come da tradizione, sulle vinacce dell’Amarone, segnato da sentori di ribes e mora, note di violetta e cenni speziati, matura in botti di rovere per 18 mesi per regalare, poi, al sorso, un assaggio ricco e suadente. L'Amarone della Valpolicella a firma Casa Lupo, invece, si esprime con sentori di piccoli frutti rossi maturi, come ribes e mirtilli, amarene in confettura, note di viola e cenni di spezie; maturato in legno per 18/24 mesi, è un vino che, nonostante la vigoria, non perde mai di finezza.