Untitled-1

Antico Borgo di Sugame


È a Greve in Chianti che si incontra la piccola ma interessantissima realtà vitivinicola rispondente al nome di “Antico Borgo di Sugame”, azienda estesa su una superficie complessiva di 35 ettari, di cui però solamente cinque sono al momento vitati. È Lorenzo Miceli colui il quale ha dato il via all’impresa, inaugurata esattamente nel 2000. Originario di Chiavari, Lorenzo ha alle spalle una vita fatta di spostamenti e di vino. Da piccolo, ha vissuto per un breve periodo a Tripoli, dove era solito accompagnare in vigna il padre, anch’esso produttore di vino. Negli anni Settanta, trasferitosi con la famiglia nelle terre del Piemonte meridionale e con precisione a Ovada, Lorenzo segue sempre le orme del padre, che in Piemonte si dedica alla produzione di Dolcetto e Barbera in particolare. Dopo la morte del genitore, però, Lorenzo si sposta in Liguria, tra i cui scoscesi terrazzamenti inizia a produrre olio e verdure. Ma l’avventura non si ferma qui: Lorenzo intraprende gli studi di agraria ed enologia, per arrivare infine ad acquistare una piccola cantina nel chiantigiano, fino ad allora dedita esclusivamente alla vendita di vino sfuso. È così che grazie anche all’aiuto della moglie Catrina, Lorenzo riprende in mano antichi appezzamenti vitati, ai quali aggiunge progressivamente nuovi impianti, per cui la cantina dell’Antico Borgo di Sugame conta oggi viti che vanno dai sei fino ai ventotto anni d’età. Su terreni sabbiosi, argillosi e ricchi di limo e galestro, le vigne dell’Antico borgo di Sugame sono condotte in regime biologico e regalano uve qualitativamente eccellenti. Grappoli che in cantina sono lavorati come facevano i contadini di un tempo, così da essere trasformati in vini naturali, essenziali e autentici. Dal Chianti al Chianti Riserva passando per il Rosato e per il Rosso a indicazione geografica tipica, quelle che rientrano sotto il nome dell’Antico Borgo di Sugame sono etichette senza inutili ghirigori e senza fronzoli accattivanti ma, al contrario, precise e puntuali, elegantissime all’olfatto e determinate al gusto: in sostanza, vini veri.