Untitled-1

Clavesana


La Cantina Clavesana, esempio di rara armonia tra paesaggio, uomini e storia, rappresenta un percorso di evoluzione e crescita continua, dal 1959 ad oggi.
Nata come cantina sociale e cooperativa (e rimasta fedele alla sua natura), Clavesana è, oggi, nelle Langhe, il primo produttore di Dolcetto e di Dogliani DOCG.
Fondata il 27 aprile del 1959, da un gruppo di coraggiosi viticoltori, la Cantina produce anche Barolo, Nebbiolo, Pinot Nero e Spumante Metodo Classico; inoltre, se inizialmente i soci fondatori erano solo 32, oggi Clavesana ne conta ben 200. Gli ettari di proprietà sono, ormai, 320 e vengono curati con passione e dedizione, in modo onesto e serio, superando, di volta in volta, le difficoltà e lasciando da parte gli interessi dei singoli per privilegiare il confronto e la crescita collettiva. Inoltre, con la collaborazione dei più esperti, si è deciso, negli anni, di dedicare un’attenzione speciale ai soci più giovani; nel 2018, in particolare, è stata istituita la Consulta Giovani, un tavolo di lavoro e di confronto permanente, per crescere insieme e formarsi, per affrontare le nuove esigenze del mercato e gestire il cambiamento. Clavesana si trova nella parte sud-occidentale del Piemonte, in una zona collinare delle Langhe; l'80% della produzione è composta da uva dolcetto e, dal 2019, un primo gruppo di soci ha conferito le uve per la produzione delle prime bottiglie di Dogliani DOCG biologico.
Al momento, i prodotti Clavesana si suddividono in due diverse linee: Terra e Mito. La linea Terra è l'interpretazione di Clavesana del vino quotidiano, immediato, piacevole, conviviale ed espressione profonda del territorio natio; la linea Mito, invece, è l'espressione più alta del sapere contadino, un'interpretazione del grande vino, complesso, raro e profondo, con quella piacevolezza e finezza che solo le terre di Langa riescono a trasmettere.