Untitled-1

Caiarossa


Caiarossa è un’azienda vitivinicola che segue i principi dell’agricoltura Biodinamica e Biologica dal 1998 ed è certificata dal 2005. La strada che porta a Caiarossa è immersa in una selvaggia macchia mediterranea; le colline sono punteggiate da olivi secolari e da qualche casa di campagna e sullo sfondo campeggia il Mar Tirreno, adornato dalle isole dell’Arcipelago Toscano. La Val di Cecina, Riparbella per l’esattezza, è la culla di Caiarossa; si tratta di un piccolo borgo medievale che si erge su una collina della Costa Toscana, a metà strada fra le antiche città di Volterra e Pisa. Caiarossa vuole rendere omaggio, nel nome, ai terreni di proprietà, caratterizzati dalla presenza di diaspro, rocce e ghiaia dal colore rosso intenso; un nome di fantasia che trae ispirazione da Gaia, madre di tutti gli Dei dell’olimpo, Dea della fertilità e della natura, identificata con la terra stessa. Il logo dell’azienda è rappresentato, poi, da un’antica testa di argilla di origine etrusca, raffigurante il Dio Dioniso, risalente al IV secolo A.C. e rinvenuta nei pressi di Volterra; Dio della vegetazione e del vino, in particolare legato alla linfa vitale primogenita del cosmo e alla liberazione dei sensi, Dioniso è la rappresentazione perfetta di ciò che i vini di Caiarossa intendono trasmettere. Lo staff di Caiarossa si compone di un team di tecnici e operai specializzati; a questi si aggiunge, poi, una divisione dedita alla vendita, alla logistica e alla comunicazione. A Caiarossa è evidente che la cultura enologica guarda oltralpe e non potrebbe essere diversamente con un proprietario, Eric Albada Jelgersma, ed un direttore generale, Alexander Van Beek, che hanno il fulcro delle loro attenzioni nei due Châteaux bordolesi. Nel 2018, poi, si è unito al gruppo Lorenzo Pasquini, con il ruolo di Regisseur Tecnique; classe ’89, originario di Roma, ha studiato a Pisa e si è specializzato, in seguito, all’Università di Bordeaux, una delle più importanti al mondo in campo vitivinicolo. I vini di Caiarossa non sono destinati solo agli appassionati di vino ma a tutti coloro che nella vita ricercano la bellezza; quello che si vuole offrire nel bicchiere è il lusso di Madre Natura, che l'uomo ha contribuito a produrre.