Free Shipping Over
Untitled-1

Vodka

La Vodka (o Wodka, secondo la tradizione polacca) è un distillato di cereali o patate tipico dei paesi del Nord Europa. Anche se secondo alcuni l’origine del distillato è in Polonia, è la Russia a reclamarne la paternità e a produrla in quantità maggiori sin dall’epoca degli Zar, che fondarono le prime distillerie industriali. Oggi i produttori di Vodka hanno come obiettivo principale la purezza più assoluta, ottenuta con diverse distillazioni consecutive in alambicco, per arrivare a un liquido cristallino ed essenziale. Nel gusto finale molto dipende anche dall’acqua che viene aggiunta per diluire la sostanza alcolica, spesso filtrata con carboni per garantirne la purezza. Molto usata nei cocktail (ad esempio in classici moderni come il Moscow Mule e il Sex on the Beach), la Vodka è oggi uno dei distillati più amati dai mixologist per il suo gusto neutro e tagliente. Scegli la tua Vodka in questa collezione che copre ogni latitudine.

L’origine della Vodka: russa o polacca??
La parola Vodka, che in lingua slava significa ironicamente acquetta, appare per la prima volta nel 1405 a Sandomierz, in Polonia. E sempre nel 1533 appare per la prima volta scritta in cirillico, per indicare un medicinale importato dalla Polonia in Russia, sebbene già all’epoca le più grandi distillerie si trovino in quest’ultima. Secondo la teoria di un popolare giornale russo, MK, la Vodka sarebbe addirittura un’invenzione italiana. Nel infatti 1386 sarebbe arrivato da Genova il primo barile di distillato di segale, teoria non confermata che darebbe all’Italia il merito di aver insegnato ai popoli dell’Est l’arte della distillazione.
Quale che sia la verità, è certo che le potenzialità di un distillato così potente, in una regione tanto fredda, attraggono in poco tempo l’attenzione degli Zar. Già nel 1500, per distillare la preziosa bevanda è necessaria un’autorizzazione del sovrano, e nel 1649 lo Zar Alessio pubblica una legge che ne definisce il disciplinare produttivo.
Dopo la campagna di Napoleone in Russia, la Vodka comincia a diffondersi per la prima al di fuori di Russia e Polonia. Per aiutare le sue truppe a combattere il nemico più pericoloso, il Generale Inverno, durante la disastrosa ritirata nel 1812 il Generale francese distribuisce grandi quantità di distillati ai soldati.
Ma è solo con la Rivoluzione Russa del 1917 che la vodka arriverà concretamente e capillarmente in tutta Europa. In fuga dalle rivolte bolsceviche e dalla confisca delle loro distillerie, i nobili russi si rifugiano un po’ ovunque in Europa, trasferendo anche il loro sapere sulle tecniche di distillazione. Fino ad allora infatti il segreto per una Vodka sublime era stato appannaggio della sola aristocrazia.
Oggi, anche grazie alla fama di cocktail come Vodka Sour, Long Island, Moscow Mule, Bloody Mary o Screwdriver e alle versioni aromatizzate alla pesca o a vari altri frutti, la vodka ha raggiunto un livello di diffusione mondiale. Nella nostra selezione online troverai la tua vodka preferita, che sia pura o aromatizzata al peperoncino. , delle migliori marche come la celebre Vodka Belvedere o l’Absolut Vodka.

Caratteristiche e tecniche di produzione della Vodka
Normalmente, la stragrande maggioranza dei distillati è frutto di un processo di graduale arricchimento del sapore. Lo si fa grazie all’aggiunta di ingredienti o di passaggi come l’affinamento in botti per aumentare il carico aromatico. Per la vodka il processo è opposto. Più viene distillata, e quindi purificata, e più una vodka si avvicina alla perfezione. Una vodka ideale è incolore, inodore e insapore.
Che si parta da una base di cereali (segale, orzo o grano) oppure da una di patate, il primo step nella produzione della vodka è sempre un impasto della materia prima e acqua, che viene fatto fermentare in una specie di “birra” dal tasso alcolico di circa 8 gradi. Dopodiché si procede con la prima distillazione, riscaldando il liquido e facendo condensare il vapore in appositi alambicchi. Il distillato viene poi ridistillato più volte fino a ottenere il risultato finale, composto da acqua e una percentuale di etanolo che varia dal 37% al 60%.
Di norma, una vodka russa o polacca è il frutto di 3 distillazioni. Esistono però vodke dalla purezza superiore, come la svedese Purity Vodka, ottenuta dopo 34 distillazioni consecutive. Cercala nella nostra selezione online, insieme alle migliori vodke russe e polacche.

|