Untitled-1

Weingut Fuchs und Hase

"L'Austria è caratterizzata da una consolidata produzione vitivinicola; la superficie vitata è di circa 50 mila ettari e i vignaioli hanno raggiunto quota 32 mila.
Il clima favorisce, senza dubbio, i vitigni a bacca bianca e, infatti, due terzi della mercato è occupato dai vini bianchi, ma anche i vini dolci, che beneficiano, in autunno, della botrytis cinerea, trovano largo spazio.
Per quanto la gamma dei vini sia decisamente variegata, una caratteristica costante distingue i vini austriaci dagli altri vini internazionali: la freschezza aromatica abbinata alla piena maturazione fisiologica dell'uva.
In tale contesto opera l'azienda Fuchs und Hase, nata dall'amicizia tra Martin e Anna Arndorfer e Stefanie e Alwin Jurtschitsch.
Quello di Martin Arndorfer è un nome ben noto nel mondo enologico; classe '83, Martin ha avuto, infatti, modo di accostarsi al lavoro in vigna sin dalla tenera età, grazie all'attività di famiglia, e perdutamente innamorato di questo mondo, ha proseguito gli studi e accumulato numerose esperienze prima di tornare a casa e avviare, nel cuore della valle di Kamp, nel villaggio Strass, insieme alla compagna Anna Steininger, una produzione che porta il suo nome.
Solo successivamente, con gli amici Stefanie e Alwin Jurtschitsch, anch'essi già dediti alla viticoltura, ha avviato il progetto Fuchs und Hase.
L'idea di fondo era quella di produrre esclusivamente vini rifermentati in bottiglia, cambiando le uve di partenza ma non il metodo, ovvero una macerazione pellicolare più o meno prolungata intesa ad estrarre al meglio l’anima dei vitigni.
La prima bottiglia di Fuchs und Hase è arrivata nel 2012, ma dopo un viaggio di Alwin in Austrialia e uno di Martin a New York, i due hanno sviluppato una gamma molto più ampia di esperienze di degustazione e una più profonda comprensione del Pet Nat, ovvero del pétillant naturel.
Usando questa più ampia conoscenza, hanno dato vita, con la vendemmia del 2015, alla prima produzione ufficiale dei ""Volumi"" Fuchs und Hase.

"