Untitled-1

Pranzegg


L’azienda agricola Pranzegg nasce da un antico maso situato a Campiglio, in provincia di Bolzano, acquistato nel 1997 da Martin Gojer. Nei primi anni, coi suoi 2.7 ettari di vigneti, Martin conferiva le uve alla cooperativa di zona, ma dal 2010 decide di cambiare radicalmente rotta, con l’idea di iniziare a vinificare e imbottigliare i propri prodotti.
Il primo passo fondamentale consiste nel convertire le vigne al biologico e alla filosofia biodinamica, decidendo quindi di mettere in risalto la terra e le usanze locali.
Grande merito di Martin è quello di aver riportato agli splendori perduti due vitigni tipici della tradizione altoatesina: il lagrein e la schiava. Martin infatti ha sfruttato vigne vecchissime, dai 50 agli 80 anni d'età, rispettate nei minimi dettagli, che, assieme a un intervento in cantina ridotto all'osso, hanno dato vita a una Schiava che emana un carattere incredibile. Il Lagrein invece nasce da vigneti più giovani, dove Martin sta portando avanti un lavoro altrettanto attento e preciso che mira ad arrivare all'origine del Lagrein, quello vero, prodotto per secoli in Alto Adige.
Tra i vigneti si trovano poi altre varietà – soprattutto a bacca bianca –, come müller-thurgau, pinot bianco, chardonnay, sylvaner, gewürztraminer, sauvignon blanc, chardonnay, viognier, manzoni bianco e merlot.
Se in vigna l’approccio è completamente rivolto al “naturale”, così accade anche in cantina, dove fermentazioni spontanee e lunghe permanenze sulle fecce caratterizzano la vinificazione, mentre in fase di imbottigliamento non si effettuano né chiarifiche né filtrazioni, e le dosi di solforosa sono minime.
I vini che nascono tra le mura della cantina Pranzegg aderiscono al “manifesto” Triple A, movimento che riunisce quei produttori che, in tutto il mondo, sono desiderosi di riportare alle radici il valore del vino come tradizione, discostandosi da quelle che vengono definite le“lobby dei vini industriali”. Tra le diverse etichette realizzate “Caroline”, “Miau!”, “GT” e “Campill” sono solo alcune di quelle che meritano un assaggio convinto e concentrato.