Untitled-1

Bràulio, Peloni


L’Amaro Braulio nasce nelle Cantine Peloni, che si espandono come un labirinto sotterraneo nel centro di Bormio, in Valtellina.
La storia aziendale è legata a doppio filo con la figura di Francesco Peloni, celebre farmacista locale, che nella seconda metà del 1800 decise di creare infusi a base di piante autoctone originarie della zona a scopo curativo.
Tra queste, le più rinomate affioravano negli impervi pendii del Monte Braulio (2980m slm), il passo nella ricerca di un nome di riferimento per l’omonimo liquore a base di erba è stato ovviamente immediato, e così nel 1875 nasce l’Amaro Braulio.
Solo quattro delle numerose erbe sono state rese note: genziana, ginepro, assenzio e achillea moscata. La ricetta è ancora oggi segreta ed è custodita da Edoardo Tarantola Peloni che, seguendo lo spirito di famiglia, porta avanti la tradizione coniugando amore per la professione e profondo spirito di sperimentazione.
I liquori Braulio nel tempo hanno ricevuto la meritata fama che hanno oggi in Italia e nel mondo.