Untitled-1

Ginarte


Il Gin è un distillato di grano e segale, in cui sono messe a macerare erbe e spezie in mix e quantità variabili, dette “botanicals”. Fra le più usate ci sono le bacche di ginepro, dalle quali il Gin prende il nome, che caratterizzano in modo particolare questo spirit. La sua ricetta originale è di origine olandese, ma è nel Regno Unito che il distillato ha conosciuto l’evoluzione più significativa, nelle componenti aromatiche e nei metodi di produzione. In questi anni sono nate però moltissime altre ricette che arrivano da tutta Europa e da altre parti del mondo, e in particolare l’Italia ha iniziato a rappresentare un paese in cui la distillazione di Gin ha preso piede molto rapidamente negli ultimi anni. Tra le diverse realtà produttive che, sul territorio italiano, si dedicano alla produzione di Gin, in Toscana – più precisamente a Panzano in Chianti – troviamo un progetto molto interessante, ideato da Tommaso Cavalli. Fortemente radicato, l’animo di Tommaso vuole valorizzare al massimo il proprio territorio con un progetto ambizioso, che unisce il mondo dell’arte all’esperienza di alcuni amici milanesi esperti di mixologist. Tutto parte dalle bacche di ginepro, rigorosamente raccolte nell’Appenino toscano e poi infuse in alcol puro ottenuto da frumento; si procede quindi con una distillazione in alambicco discontinuo sottovuoto, al fine di preservare i profumi più delicati della materia prima. Il resto delle botaniche – angelica, cartamo, guado, ibisco, lavanda, nepitella, pino mugo, reseda, robbia e sambuco – viene infuso in due “batch” separati in alcool puro ottenuto da frumento e distillati poi in un piccolo alambicco discontinuo. I diversi distillati vengono quindi miscelati tra loro, e lasciati riposare per alcuni giorni, prima di venire “allungati” con acqua purissima di origine glaciale; si procede quindi a portare la gradazione alcolica a 44 gradi finali. A questo punto si procede alla filtrazione e all’imbottigliamento. Un Gin che racconta un brand “artistico”, che, a ogni edizione, vede la propria veste estetica affidata a un’artista diverso, a partire dal pittore olandese Lou Thissen, che ha creato per Ginarte tre dipinti in onore del grande maestro manierista Pontormo. Non rimane che assaggiarlo nel più classico dei Gin&Tonic!