Untitled-1

Human score    Trustpilot Stars    number of reviews    Trustpilot Logo

Cavalleri


È dal Quattrocento che la famiglia Cavalleri può vantare terreni nell’ampia zona oggi conosciuta come Franciacorta. Tuttavia, come molte altre realtà della regione, è solo a partire dal Novecento che inizia a focalizzarsi sul vino, e a partire dalla fine degli anni ‘70 su quei Spumanti che con il passare del tempo sarebbero diventati famosi in tutto il mondo. La cantina, costruita proprio nel centro di Erbusco, viene infatti terminata nel 1980, periodo che vede la nascita delle etichette che ancora oggi rappresentano l’eccellenza di Cavalleri, dal Blanc de Blancs al Pas Dosé. L’azienda, guidata da Giulia e Maria Cavalleri, continua a esprimere vini ricchi di personalità, sempre eleganti e raffinati. Un’impronta che caratterizza tutta la linea e che fa di Cavalleri una delle realtà più importanti e rappresentative di tutto il territorio.
Gli ettari vitati di proprietà su cui l’azienda attualmente può contare sono 42, per una produzione annua che si attesta sulla media di 200mila bottiglie. Tra i filari, lo chardonnay è la varietà predominante, perché considerata l’uva che meglio delle altre riesce a esprimere le proprie potenzialità nel territorio della Franciacorta. Seguendo delle pratiche agronomiche rispettose al massimo di ambiente, natura ed ecosistema, l’azienda risponde alla certificazione biologica, strizzando allo stesso tempo l’occhio alle norme dalla viticoltura biodinamica.
In cantina, il rispetto delle più radicate tradizioni enologiche locali è costante, e l’obbiettivo principale sempre seguito è quello di esaltare tutto ciò che la stagione e il territorio sono stati in grado di esprimere nel frutto, cercando di raggiungere un’armonia bilanciata al massimo tra varietale e stile aziendale.
Prendono vita in questa maniera vini semplicemente eccellenti. Dal Brut Blanc de Blancs al Brut Rosé, passando per il Satèn e per il Pas Dosé, fino ad arrivare ai vini fermi a denominazione Curtefranca, sono tutte bottiglie, quelle che escono dalla cantina di Erbusco, da scoprire una a una, davvero senza trascurarne nessuna.