Untitled-1

Cantina della Volta


"Nata nel 2010, la “Cantina della Volta” ha preso vita per merito di un gruppo di amici appassionati di vino, i quali hanno chiesto a Christian Bellei di mettersi alla guida di un nuovo progetto vitivinicolo, incentrato sulla produzione di Spumanti Metodo Classico secondo le regole della rifermentazione in bottiglia.
Appartenente alla quarta generazione consecutivamente attiva nel mondo vitivinicolo, Christian Bellei accetta la sfida propostagli dai suoi amici, anche perché è così che può continuare a produrre il vino come vuole lui, mettendo in pratica tutte le conoscenze e le competenze acquisite durante i soggiorni a Epernay, in Francia, dove insieme al padre ha avuto modo di approfondire i metodi produttivi dello Champagne.
Il palcoscenico è quello delle terre modenesi, per cui ci troviamo esattamente a Bomporto di Modena. Siamo proprio nel cuore delle terre del Lambrusco di Sorbara. Su una superficie complessiva di 32 ettari, circa 9 ettari sono impiantati a vigneto e situati a un’altitudine di circa 650 metri sul livello del mare. Condotte secondo le norme dell’agricoltura biologica, le vigne sfruttano suoli ricchi di calcare e di argilla, godendo allo stesso tempo di un microclima caratterizzato da forti escursioni termiche giorno/notte, e particolarmente vocato alla coltivazione della vite.
In cantina, gli spazi sono ospitati in un vecchio edificio del 1920, che è stato sapientemente recuperato durante il recupero strutturale. Facendo ricorso alle più moderne tecnologie enologiche ma allo stesso temo sempre senza mai surclassare le più radicate tradizioni locali, ogni passaggio produttivo viene portato avanti costantemente nel segno dei più alti standard qualitativi possibili.
Ecco allora che si parte con il “Rimosso” e con il “CDV Brutrosso”, per poi passare al Lambrusco di Modena, al “Trentasei”, al Lambrusco Rosé, ai vini fermi a base di pinot nero e di chardonnay, per chiudere con l’interessantissima gamma di Spumanti “Il Mattaglio”. Sono tutte etichette, quelle che rimandano al nome della “Cantina della Volta”, che ci raccontano la più bella essenza enologica racchiusa nelle terre di Modena.
"