Untitled-1

Rémi Jobard


Rémi Jobard è, nel comune di Meursault, uno dei vignaioli più conosciuti; grande produttore di bianchi, i suoi sono, indubbiamente, vini di grande personalità.
La sua cantina ha sede nei pressi di Château de Meursault, conta su 9 ettari di vigneto e, annualmente, Rémi produce circa 50 mila bottiglie. A partire dal 1991, anno in cui Rémi ha dato il via alla sua attività, la produzione si è andata, sempre più, consolidando, grazie all'ottenimento della certificazione BIO e, anche, grazie ad una serie di 1ers Crus di altissimo livello, che hanno saputo distinguersi per una pienezza senza uguali. Le vigne di proprietà sono di prim’ordine e si sviluppano tra Poruzots-Dessus, Charmes-Dessus, Genevrières e Santenots; tutte le operazioni in vigna e in cantina sono improntate alla semplicità e al buon senso contadino, con l'intento di esprime al meglio le singole peculiarità dei diversi terroir. Rémi è persona schietta e concreta; convinto delle proprie idee - è stato precursore, fortemente osteggiato dai suoi colleghi, dell’utilizzo di botti troncoconiche di legno austriaco delle tonnellerie Stockinger - opera, continuamente, in difesa dei suoli e della materia prima.
Per tutte le cuvee è, poi, previsto un elèvage di 1 anno in botti, nuove per circa il 25%, e 6 mesi in vasca; tutti i vini di Rémi si rivelano, in definitiva, molto curati, d'impeccabile definizione aromatica, ricchi e vibranti, senza, però, troppi fronzoli. Citiamo, ad esempio, il Meursault 1er Cru ""Les Genevrières""; segnato da sentori di frutti maturi e note fini di biancospino, è, chiaramente, un vino in cui a farla da padrona è l'armonia. Complesso e, al contempo, di grande grazia, è un Bianco che, anche negli anni a venire, non smetterà certo di stupire.