Untitled-1

Murgo


La Cantina Murgo nasce all’inizio degli anni ’80 del secolo scorso, nel 1981 per l’esattezza, anno in cui il barone Emanuele Scammacca del Murgo decide di dedicarsi alla coltivazione della vite e alla produzione di vini di qualità. Da qui parte il progetto, che ha visto lo stesso barone trasformare quelle che erano le antiche proprietà terriere di famiglia in aziende vitivinicole.
Siamo in Sicilia, e il quartier generale dell'azienda si trova per la precisione a Santa Venerina, in provincia di Catania, mentre e le vigne sono coltivate in tre diverse tenute: San Michele (Santa Venerina) Gelso Bianco (Catania) e La Francescana (Aprilia).
L'estensione complessiva dei vigneti arriva a toccare circa trenta ettari, con una produzione incentrata principalmente sui vini Etna DOC e sugli Spumanti di alta qualità ottenuti seguendo le regole del Metodo Classico.
L’imbottigliamento del primo Etna Rosso DOC risale al 1982, mentre nel 1991 è stato prodotto il primo Spumante Brut. Nel corso degli anni, poi, al barone Scammacca si sono affiancati i figli, che insieme al padre al momento conducono saldamente l’impresa.
Tra i filari le attenzioni sono massime, e nel massimo rispetto di quello che è l’equilibrio dell’ecosistema e della biodiversità, ogni scelta agronomica si basa sull’impiego prioritario di tecniche naturali e sull’adozione di strategie a basso impatto ambientale. È in questa maniera che, coltivando sia varietà autoctone che uve internazionali, quelli che si arrivano a raccogliere di vendemmia in vendemmia sono puntualmente grappoli sani e schietti, ricchi e concentrati in ogni più piccola sfumatura organolettica.
In cantina sono usate le stesse attenzioni applicate nel vigneto, per cui la materia prima viene elaborata sempre rispettando tutto quanto la stagione e il territorio sono stati in grado di esprimere nel frutto.
Alla fine dei conti il risultato è dato da una gamma di vini davvero eccellente. Dalla linea “Murgo”, che riunisce tutti i tradizionali vini Etna Doc, si passa alle linee “Lapilli” e “Arbiato”, caratterizzate da uno stile moderno e giovane, per chiudere con la gamma “Tenuta San Michele”, composta da vini che prendono vita solo nelle annate qualitativamente straordinarie. Etichette favolose.