Untitled-1

Domaine de la Madone


Il Domaine de La Madone è una realtà produttiva in mano alla stessa famiglia, i Bererd, da oltre cinque secoli. Ci troviamo nel piccolo villaggio di Le Perréon, a poca distanza dalle colline di Brouilly, nel cuore pulsante della zona del Beaujolais. Attraverso i secoli la cantina si è ingrandita, grazie al duro lavoro delle diverse generazioni; negli ultimi 25 anni il Domaine ha raggiunto l'estensione vitata di 28 ettari, con una produzione media che raggiunge le 160.000 bottiglie.
I terreni vitati sono suddivisi in 90 parcelle, con diverse esposizioni e altitudini; le viti hanno un'età compresa fra i 15 e i 100 anni - la media è di 40 anni -, e tra i filari si coltivano principalmente gamay e chardonnay. Una parte della coltivazione, circa 2,5 ettari, è oramai completamente convertita al biologico, mentre la rimanente è condotta seguendo metodi di viticoltura sostenibile. La vendemmia, rigorosamente manuale, si svolge effettuando una prima cernita dei grappoli direttamente in vigna, seguita poi da un'ulteriore selezione in cantina. Qui si utilizzano limitatamente i lieviti, e i recenti investimenti effettuati dalla proprietà hanno portato a un ambiente tecnologicamente avanzato, in cui tecniche moderne si alternano e uniscono a tradizioni ancestrali, con un mix che garantisce la proiezione di antichi saperi nel futuro. Oggi i Berard producono tre etichette, due di Beaujolais - il ""Le Perrèon"" e il ""Jean Baptiste Bererd"" - e un bianco della Borgogna. Proprio la Borgogna, con i suoi vini, ha sempre rappresentato per i Bererd un obiettivo a cui puntare, attraverso creazioni che possano essere identitarie del proprio terroir d'origine e al contempo profonde e piacevoli da bere. Una cantina tutta da scoprire dunque, che guarda ai prossimi anni con il desiderio di uno sviluppo ""sostenibile"" per raggiungere un ulteriore innalzamento del livello qualitativo dei propri prodotti.