Untitled-1

Colombo Vini


“Una passione per il vino che fa battere forte il cuore. Da qui ha preso le mosse un progetto che è diventato sempre più ambizioso. Complice un paesaggio ancora incontaminato come quello della Langa astigiana, la mia sfida si è fatta giorno dopo giorno e anno dopo anno sempre più concreta e proiettata al futuro. Con una sola stella polare: il rispetto dell’ambiente che col suo battito naturale rende ancora più autentica la mia attività”: riportate alla lettera, sono queste le parole pronunciate direttamente da Antonio Colombo, che meglio di qualsiasi altro incipit ci invitano a scoprire la realtà della famiglia Colombo e di “Colombo Vini”.
Siamo esattamente a Bubbio, un piccolo borgo piemontese per l’appunto in provincia di Asti, situato in una zona in cui la vite si coltiva sin dal tempo degli antichi romani. È proprio qui dove Antonio Colombo - cardiologo di fama internazionale - ha dato vita alla sua profonda passione per il vino, partendo dall’acquistare nel 2004 la proprietà di “Colombo Vini”. Nove ettari in totale, ai quali poco più tardi si è aggiunta anche la costruzione di una nuova e moderna cantina di vinificazione. Poi nel 2010, a dare ulteriore spinta al progetto, l’incontro con l’enologo Riccardo Cotarella.
Esposizione ideale, ventilazione costante e lavorazioni accurate: tra i filari l’obbiettivo principe è sempre uno e uno soltanto, volto a ottenere i più alti standard qualitativi dalle uve. In cantina la filosofia seguita non è molto distante, per cui le più moderne tecnologie sono applicate nel massimo rispetto delle più radicate tradizioni contadine locali.
Il risultato finale è dato da vini eccellenti, a partire dal Pinot Nero “Apertura” per passare agli Spumanti di Langa, fino ad arrivare allo Chardonnay e al Moscato Passito. Vini davvero da non mancare, in grado di raccontare alla perfezione l’identità del terroir di cui sono figli.