Untitled-1

Château Langoa Barton


"La storia della famiglia Barton ha origini antiche, che ci consentono di risalire sino alla fine del diciassettesimo secolo. L’inizio dell’interesse per il mondo del vino iniziò a manifestarsi però solamente dopo la rivoluzione francese, con Hugh Barton, irlandese di nascita trasferitosi in Francia per commercializzare i vini di Bordeaux. Hugh riuscì a realizzare il sogno di una vita, - quello di diventare vigneron in Francia – acquistando da Pierre-Bernard de Pontet lo Château Langoa Barton, e dopo qualche anno, riuscendo ad acquisire anche la proprietà di un’altra tenuta, Château Léoville Barton.
Situato nell'Haut-Médoc, a Saint-Julien-Beychevelle, cittadina a sud di Pauillac, Château Langoa-Barton appartiene alla famosa denominazione Saint-Julien, una delle più rinomate di tutta Bordeaux per la creazione di grandi vini rossi, che riscuotono, vendemmia dopo vendemmia, sempre più consensi a livello mondiale. Una data fondamentale per la tenuta Langoa Barton è quella del 1855, anno in cui venne classificata come 3ème Grand Cru Classé.
L'impostazione attuale dello Château Langoa-Barton si deve a Roland Barton, che acquisisce l'azienda per via ereditaria, e, nel 1983, la dona al nipote Anthony. Oggi la gestione della tenuta è affidata alle sapienti mani di Lilian Barton-Sartorius, figlia di Anthony, aiutata nelle operazioni quotidiane dai suoi figli, Mélanie e Damien.
Gli ettari di proprietà sono circa 17, all’interno dei quali la ripartizione tra i vitigni coltivati è la seguente: il 57% è destinato al cabernet sauvignon, il 34% al merlot e il rimanente 9% cabernet franc. Le parcelle di vigneto sono situate a breve distanza l’una dall’altra, e la vinificazione avviene secondo metodi tradizionali, mentre l’affinamento si svolge in barrique, nuove per almeno il 50% del totale.
Come nella prassi dei grandi Château di Bordeaux, Langoa Barton, accanto al Grand Cru Classé, produce anche una seconda etichetta, il “Lady Langoa”, espressione più sbarazzina del terroir di Saint-Julien, assemblato con le uve provenienti dai vigneti più giovani della tenuta.
"