Untitled-1

Human score    Trustpilot Stars    number of reviews    Trustpilot Logo

Castello Sonnino


Castello Sonnino è una tenuta vitivinicola toscana perfettamente conservata, che si affaccia sulle dolci colline del Chianti, a soli 20 minuti di distanza da Firenze. La tenuta si compone di un palazzo del XVI secolo con torre risalente al XIII secolo, e fa parte dell’Associazione delle Dimore Storiche Italiane. Oggi il perfetto stato di conservazione degli edifici è merito del Barone Alessandro de Renzis e di sua moglie Caterina. Ci troviamo a Montespertoli, dove la famiglia abita dall’inizio dell’Ottocento, quando la proprietà fu acquistata da Isacco. Tra i vari esponenti della famiglia vissuti a cavallo di diverse età, un cenno in particolare va rivolto a Sidney Sonnino, uno dei più autorevoli esponenti del liberalismo italiano, attivo durante tutto il periodo dell’unificazione ricoprendo poi il ruolo di Ministro e Primo Ministro in diversi governi. La tenuta si estende oggi su circa 40 ettari, e lavora esclusivamente le uve coltivate all’interno dei propri vigneti. Con l’arrivo del Barone Alessandro in azienda – nel 1987 – si aprono nuovi scenari, e oltre ai tradizionali vitigni del territorio, sangiovese e canaiolo, si piantano merlot, petit verdot, syrah, cabernet sauvignon e malbec. In vigna ogni operazione viene svolta con attenzione e rigore, così da portare a vendemmia acini ricchi di proprietà. La monumentale cantina si trova all’interno del palazzo, dove si scopre anche la “vinsantaia”, luogo destinato esclusivamente all’appassimento delle uve. Una profonda conoscenza della terra unita alla professionalità più alta: ecco il segreto del lavoro svolto dal team del Castello Sonnino, responsabile della creazione di circa 150.000 bottiglie prodotte annualmente. Sei le etichette, interamente incentrate sui vini rossi ad eccezione del Vin Santo, tipologia tipica della zona che la cantina presenta con una veste classica e tradizionale. “Cantinino” e “Leone Rosso” sono tagli toscani dove i vitigni internazionali si alternano alle uve del territorio, degnamente rappresentato poi da due Chianti, la Riserva “Castello di Montespertoli” e il “Sonnino”.