Untitled-1

Carpineto


Carpineto, nata nel 1967 su iniziativa di Giovanni Carlo Sacchet e Antonio Mario Zaccheo, fu fondata col proposito, per quei tempi rivoluzionario, di produrre un Chianti Classico, e altri grandi vini, di livello internazionale, applicando quelle tecniche, che all'epoca, erano le più all’avanguardia. Il lavoro di Carpineto è, stato, quindi, costantemente influenzato dalle radici profonde nella propria tradizione e nella sua denominazione storica; i vigneti, coltivati secondo criteri di sostenibilità, e le cantine, gestite nel massimo rispetto per i fenomeni naturali di trasformazione dell’uva, hanno dato e continuano tutt'ora a dare vita a vini che vantano uno stretto legame con il territorio e che rispecchiano le peculiarità di ogni singola vigna, vini di grande espressività, che si conservano vivi e fragranti per molti anni. I prodotti Carpineto sono il risultato dell’utilizzo di tecniche avanzate, fondate sulla scienza della viticoltura e dell’enologia, e di una consolidata “cultura del territorio”; circa il 95% dell’intera produzione è composta, poi, da vini rossi e la maggior parte di questa è costituita da vini che sono invecchiati tre anni o più prima del loro rilascio. Carpineto, negli anni, è cresciuta fino a diventare un brand di grande successo e conta oggi, in Toscana, ben cinque tenute che si estendono su circa 500 ettari. Icona del panorama vitivinicolo, Carpineto è una delle poche aziende a vantare una produzione che coinvolge tutte le denominazioni più importanti: Chianti Classico, Brunello di Montalcino, Vino Nobile di Montepulciano, Maremma. I vini aziendali, di grande intensità ed estratto, affidabili e soprattutto di qualità costante nel tempo, riscuotono continuamente successo di pubblico e di critica, come testimoniano i numerosi premi e riconoscimenti e, attualmente, l'esportazione è arrivata a toccare ben 70 paesi diversi; infatti, tra i principali mercati raggiunti, oltre a quello italiano, si possono annoverare quelli del Canada, della Germania, della Svizzera, degli Stati Uniti, dell’Australia e del Regno Unito.