Untitled-1

Bryant Estate


Bryant Estate riflette, pienamente, la visione dei suoi proprietari: Don e Bettina Bryant.
Dopo aver acquistato un terreno a Pritchard Hill, nella Napa Valley, quasi 30 anni fa, Don vi ha impiantato viti di cabernet sauvignon, impiegando moderne pratiche di viticoltura.
I suoi sforzi gli hanno permesso di ottenere, in breve tempo, quello che oggi è considerato uno dei migliori vini della California: il Cabernet Sauvignon della famiglia Bryant è, infatti, tra le etichette più acclamate della Napa Valley.
I vini Bryant Estate sono attualmente raccolti, assemblati e prodotti interamente a mano; le uve sono coltivate in un terreno di proprietà di 13 acri, nonché nei vigneti Howell, Las Posadas e Madrona.
La Napa Valley si estende, per quasi 20 miglia, dalla baia di San Francisco ai piedi del Monte St. Helena e, con i suoi numerosi microclimi e le diverse caratteristiche geologiche dei suoi terreni, ben si presta alla produzione di eccellenti vini. Bryant Estate si affaccia sul lago Hennessy, sul versante occidentale di Pritchard Hill, ed è posta all'interno di un'enclave discreta, tra Oakville, Howell Mountain, Rutherford e Chiles Valley; l'altitudine, la pendenza, l'esposizione e la ventilazione rendono questa zona una delle più adatte alla vinificazione.
Inoltre, alla Bryant Estate si abbraccia la biodiversità, non si utilizzano erbicidi e si lavora in un'ottica di regime biodinamico.
Indiscusso simbolo della produzione aziendale è, indubbiamente, il ""Bryant Family Vineyard Cabernet Sauvignon""; rilasciato per la prima volta nel 1992 è un vino concentrato, energico, dinamico, etereo e di decisa mineralità. Segnato, in particolare, da sentori di cassis, amarena e ribes, note di salvia, cenni di grafite e toni di tabacco, è un vino sorprendente, di eccellente eleganza strutturale, che sfiora la perfezione.