Untitled-1

Poggio Argentiera, sono riusciti a realizzare in poco più di quindici anni non ha eguali. La loro non è stata solamente un’affermazione di carattere commerciale, in generale si può infatti affermare siano riusciti a cambiare la percezione al pubblico di un intero territorio, quello della Maremma. Questo è stato possibile grazie ad un attento lavoro sui vitigni autoctoni che hanno portato a vini sempre più espressivi, anno dopo anno, e ad una comunicazione mai sopra le righe, sempre centrata sui quei valori unici che un territorio meraviglioso come la Maremma sa offrire. Tutto inizia nel 1997 con l’acquisto di un vecchio podere e dei relativi sei ettari di vigneto ai quali in seguito verranno aggiunti nuovi impianti ed una nuova cantina di vinificazione. Nel 2001 viene acquistata una nuova proprietà nel Comune di Scansano, il Podere Keeling, dove vengono realizzati ulteriori impianti portando così il totale di vigneti proprietà aziendale a ventitré ettari, tutti compresi nella denominazione di origine del Morellino di Scansano. Dal 2009 la conduzione dei vigneti è stata convertita seguendo i dettami e le certificazioni dell’agricoltura biologica.