Untitled-1

Ci sono molti modi di visitare Venezia, andando su itinerari classici o inconsueti, ma quello che ti proponiamo oggi segue le orme del suo cittadino più illustre, Giacomo Casanova. E’ da lui che partiamo per sedurti con la nostra selezione di grandi vini veneti, dal Prosecco al Soave, che ti conduce fino al prossimo Festival del cinema. La prima tappa non può che muovere i passi da uno storico palazzo dietro piazza San Marco, che ospitava una Casa da gioco dove Casanova e i nobili della Serenissima, celati dalle maschere, trascorrevano le intere nottate. Oggi quel luogo, il Ridotto di San Marco, coincide con la parte di un lussuoso ristorante frequentato dal gotha dell’economia, della finanza, dell’arte e della cultura internazionale. La seconda tappa ti porta a Palazzo Ducale, dove si trovano i Piombi, la prigione in cui Casanova fu rinchiuso per detenzione di libri proibiti e magia. Primo e unico a esserne evaso, con una fuga rocambolesca degna di un film d’azione, Casanova, appena libero, non volle rinunciare a un caffè al bar Florian. Noi, a dire il vero, ce lo immaginiamo sorseggiare un Amarone con tutta la calma e l’eleganza di cui era capace, indifferente alle molte guardie della Serenissima che lo cercavano. Il nostro breve itinerario sulle orme di Casanova finisce a Lido, dove ogni anno si tiene la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica. E’ qui infatti che il suo mito ha trovato la consacrazione che meritava con una serie di pellicole che l’hanno reso immortale, tra cui “Casanova” interpretato nel 2005 da Heath Ledger. L’ultima pellicola sul donnaiolo più famoso di tutti i tempi, “Zoroastro. Io Giacomo Casanova”, non parteciperà al prossimo festival veneziano, ma al 35° Festival internazionale del film sull’arte di Montréal. Casanova, dunque, continua a sedurre.

Hai visualizzato di 32 prodotti

Mostra di più

Loading...