Untitled-1

Tra le più importanti realtà del parmense, quella di Ariola è cantina che da sempre è stata in grado come poche altre di coniugare tradizione, territorio e visione imprenditoriale. È infatti dal 1956 che, in un percorso di continua crescita, racconta nel mondo quelle che sono le migliori caratteristiche dei vini emiliani. I 70 ettari vitati, tutti compresi tra un altezza di 220 e 300 metri, si dividono tra le varietà più tipiche della zona: dall’immancabile e famoso lambrusco maestri fino alla classica malvasia di candia, dal cabernet sauvignon al merlot e alla bonarda. Da queste nascono vini (soprattutto frizzanti) di particolare ricchezza gustativa, morbidi e rotondi, sempre sostenuti da una discreta freschezza. Vini che trovano la loro migliora collocazione a tavola, magari in abbinamento a quelle pietanze che hanno reso famosa l’Emilia nel mondo.