Untitled-1

E’ una fotografia del complesso panorama viticolo italiano composto da migliaia di cantine di alta qualità. Vitae 2017 è una delle più importanti guide italiane, nata dalla degustazione alla cieca di 22 commissioni regionali di sommelier su circa 35.000 campioni di vini. Da questi abbiamo selezionato i migliori, quelli che hanno ottenuto le Quattro Viti, il massimo previsto dalla pubblicazione, corrispondente a un punteggio superiore ai 90/100. Tra i bianchi ti consigliamo il Gavi del Comune di Gavi DOCG Bruno Broglia, un’etichetta che omaggia il fondatore di questa storica cantina. Piace la sua lunga persistenza che consente abbinamenti articolati, dal tempura di gamberi alle carni bianche. Se preferisci i rossi del sud vai senza indugio verso il vino di punta di una cantina simbolo della calabria, Librandi. Il suo Val di Neto Rosso IGT Gravello, da Gaglioppo e Cabernet Sauvignon, è un buon compromesso tra bevibilità e struttura, da anni venduto con successo anche sui principali mercati esteri. Due esempi che danno il senso della qualità selezionata da Vitae, che omaggia ogni anno il vino italiano e i suoi viticoltori.

Altre promo