Toscana, Liguria e Sardegna: è il “triangolo del Vermentino”, dove quella che è una varietà vitata probabilmente originaria della Spagna, si traduce oggi in etichette semplicemente eccellenti. Vini come il “Giunco” o il “Costamolino”, rispettivamente targati “Mesa” e “Argiolas”, arrivano a toccare nelle migliori annate - come la 2016 appena uscita - livelli qualitativi altissimi, espressi dalle caratteristiche di un’uva che in queste tre regioni combina a meraviglia la sua aromaticità, con quelli che sono i tratti salienti e tipici del territorio. Il risultato è dato da bianchi tra i migliori della Penisola, come difficilmente si possono incontrare altrove. Vini più strutturati, più alcolici e spesso attraversati da una netta sapidità se provenienti dalla Sardegna, oppure bianchi eleganti e più delicati se prodotti in Toscana o in Liguria: in qualsiasi caso la parola chiave è sempre “Vermentino”, che nel suo triangolo d’oro arriva a essere sinonimo della massima eccellenza enologica italiana.

Altre promo