Untitled-1

La Basilicata, piccola regione capace di racchiudere al suo interno paesaggi diversissimi tra loro, è uno dei territori italiani più genuini, dove chi domina è ancora la natura che non ha ceduto del tutto il passo all’uomo. Nella zona più a nord, in provincia di Potenza, si trova il Vulture, grande vulcano oggi spento. Qui, grazie alla sue grandi colate laviche, si è creato un terroir unico nel suo genere, di grande fertilità e fascino. La componente di origine vulcanica conferisce infatti ai vini una particolare mineralità e sapidità. Il vitigno più diffuso in Basilicata e nel Vulture è l’aglianico, dal nome del vitigno greco hellenica. Furono i romani a portarlo in Italia e lo chiamarono ellenico, vitigno usato per migliorare la qualità del Falerno, vino molto diffuso dell'epoca. Qui, grazie a suoli con matrice vulcanica, ad una luce speciale ed un clima continentale, caratterizzato da inverni molto freddi ed estati calde con forti escursioni termiche, l'aglianico ha trovato uno dei suoi luoghi di elezione.Re Manfredi nasce nel 1998 a pochi chilometri da Venosa in provincia di Potenza, nel cuore della zona di produzione dell’Aglianico del Vulture. Un’elegante ed accogliente masseria costruita al centro di una proprietà che si estende per oltre 120 ettari e che è affiancata dalla moderna e dinamica cantina di Terre degli Svevi. È qui che avvengono tutte le vinificazioni e dove il vino matura per anni prima di essere commercializzato. È nella ricerca di un punto di unione tra tradizione ed innovazione che nascono i vini di Terre degli Svevi, cantina che si muove con un profondo rispetto per l’ambiente che circonda questa magnifica terra.

Altre promo