Untitled-1

Iniziamo questa prima settimana di primavera andando alla scoperta di una delle denominazioni del sud che più, negli ultimi anni, ha fatto parlare di sé. Avete presente quei vini rossi un po' ingombranti e magari troppo alcolici che troppo spesso sono stati il marchio di fabbrica del meridione? Bene, dimenticateli. A Gioia del Colle il primitivo è sinonimo di eleganza.Non è un caso quindi che i vini di Tenuta Viglione spicchino per grazia e per finezza. I vigneti infatti si trovano in una particolare zona collinare ai piedi della Murgia Barese, dove le altitudini sono maggiori e le esposizioni migliori. È qui che, con grandissima cura ed attenzione, vengono coltivati i tradizionali vitigni della denominazione. Trebbiano e malvasia tra i bianchi. Aleatico, montepulciano e primitivo tra i rossi. Quest'ultimo, vera e propria bandiera della viticoltura regionale, si è adattato a questo clima grazie ad una meticolosa ed attenta selezione avvenuta nel tempo e ad una scelta di cloni che hanno la caratteristica di resistere alle forti escursioni termiche della zona, che consentono di produrre un vino di grande qualità.Una curiosità? In questa zona la coltivazione del primitivo vanta una tradizione secolare, si è diffuso infatti verso la fine del XVIII secolo grazie al sacerdote noto come Francesco Indellicati che ha selezionato un vitigno a maturazione precoce chiamandolo, proprio per questo motivo, "Primativo".

Altre promo