Untitled-1

Guardando al panorama produttivo nazionale non è facile trovare altre realtà che in Italia si identificano in modo così profondo con il proprio territorio come Donnafugata con la Sicilia. Una cantina, quella fondata negli anni Ottanta da Giacomo Rallo, che rappresenta il rinascimento dei vini non solo della provincia di Trapani e del marsalese ma probabilmente di tutto il Sud Italia grazie ad una visione della propria terra tradizionale e contemporanea al tempo stesso. Oggi, a trent’anni di distanza, Donnafugata si divide in tre grandi zone di produzione: dalle mitiche vigne di Pantelleria alle antiche cantine di Marsala fino alla sede aziendale, la Tenuta Contessa Entellina, nel cuore della Sicilia Occidentale. Da qui nascono vini capaci di raccontare l’incredibile universo sensoriale siciliano, vini caratterizzati da una qualità media impeccabile grazie ad un processo produttivo, dalla vigna alla cantina, che vuole rispettare al massimo l’integrità della materia prima. Non è un caso quindi che vini come il “Ben Rye”, il “Chiarandà” o il “Mille e una notte” abbiano letteralmente segnato i gusti di generazioni di appassionati. Vini mitici, senza tempo.

Altre promo