Untitled-1

Sono vini di montagna, quelli altoatesini, influenzati da condizioni climatiche che ne segnano inevitabilmente il carattere. Un viaggio in questo territorio di confine in compagnia di grandi classici della regione, tra cui Terlano e San Michele Appiano, assieme a Erste + Neue e Kettmeir, ultime novità del nostro catalogo, che vi conquisteranno per stile e finezza. Un territorio poco più grande di 5000 ettari vitati, l’Alto Adige, dove vincono i bianchi per numero di bottiglie prodotte (60%), in cui i rossi - soprattutto il Pinot Nero - si giocano tutto su caratteristiche di equilibrio, eleganza e misura. Vini di montagna, dicevamo, che tuttavia non possono essere definiti “algidi” - climaticamente parlando, - perché i 300 giorni di sole all’anno, assieme all’escursione termica, creano le condizioni per avere prodotti profumatissimi, con una buona spalla acida che ne facilita la bevibilità. E allo stesso modo i vini altoatesini non si possono certamente definire “freddi” emotivamente parlando, tutt’altro. Sono vini coinvolgenti, che appassionano sia la stampa di settore, che il grande pubblico, che potete abbinare in maniera creativa e versatile: scegliete un Müller Thurgau come aperitivo, un aromatico Gewürztraminer con la cucina orientale, un Lagrein coi canederli allo speck e un Pinot Nero con l’arrosto di manzo. Provate!

Altre promo