Untitled-1

Negroni Cocktail

Negroni Cocktail: ingredienti e ricetta

In origine era il Milano Torino: un cocktail che risale ai primi del Novecento e si preparava con il Vermouth torinese e il Campari di Milano. Era ciò che ordinava normalmente il conte Camillo Negroni presso l’elegante Caffè Casoni di Firenze, quando – forse dopo una giornata un po’ più difficile delle altre? – chiese al barman, Fosco Scarselli, di aggiungere “una buona dose di gin” nel suo solito drink.

Fu così che nacque una leggenda: il cocktail Negroni, che prende il nome dal suo inventore, ha da poco compiuto cent’anni e, nonostante ciò, la sua fama non sembra affatto destinata al declino. L’aroma del gin, il gusto amaro del bitter e il profumo del Vermouth rosso si integrano alla perfezione in questo drink dal gusto secco, amato in Toscana e in tutto il mondo.

Vediamo quindi come preparare un Negroni degno di questo nome: dagli ingredienti alla preparazione, fino alle migliori ricette a cui accompagnarlo.

Gli ingredienti del Negroni Cocktail e come prepararlo

Il Negroni è composto da gin, bitter e Vermouth rosso in parti uguali, e la sua preparazione è rapida e si può fare direttamente nel bicchiere. Il bicchiere in cui si serve il Negroni è un tumbler basso, anche noto come Old fashioned. Nel dubbio, puoi utilizzare anche un semplice bicchiere di vetro per l’acqua. Ma che cosa ci va dentro?

Gli ingredienti completi e le quantità per un drink Negroni sono:

- 30 ml di gin
- 30 ml di Vermouth rosso
- 30 ml di bitter (Campari o Martini)
- Una fettina d’arancia
- Ghiaccio

La preparazione del Negroni non richiede strumenti da barman professionisti e, oltre al bicchiere, per fare questo drink avrai bisogno solo di un semplice cucchiaio.

Innanzi tutto, assicurati di raffreddare il bicchiere, perché il Negroni va servito ben freddo. Riempi il bicchiere di ghiaccio e lascialo il tempo necessario, poi scola via l’acqua che nel frattempo si sarà sciolta.

Ora che hai un bicchiere freddo e pieno di ghiaccio, puoi versarci dentro tutti gli ingredienti: un terzo di gin, un terzo di Vermouth rosso, e un terzo di bitter. Usa il cucchiaio per mescolare il tutto (meglio se un bar spoon dal manico lungo ma, se non ce l’hai, anche un semplice cucchiaino da tè sarà sufficiente) e usa la fettina d’arancia a decorazione. Il tuo Negroni è pronto ad essere gustato.

La versione leggera: il Negroni sbagliato

Il Negroni classico non è un cocktail da prendere alla leggera: con una gradazione alcolica di circa il 26%, potrebbe non essere adatto a chi preferisce drink meno intensi. Proprio per loro è stato pensato il Negroni sbagliato, un cocktail creato al Bar Basso di Milano nel 1972, dal bartender Mirko Stocchetto.

La caratteristica del Negroni sbagliato risiede in una semplice sostituzione: al posto del gin, infatti, viene messo lo spumante. Il cocktail che ne risulta è quindi molto meno alcolico, e godibile anche da chi vuole tenersi leggero.

In assenza di spumante, niente paura: un altro modo per stemperare la gradazione alcolica del Negroni classico è allungarlo con un po’ di soda. Quanta? Più ne metterai, più leggero sarà il tuo Negroni.

Gli abbinamenti con il Negroni

Insomma, il Negroni è un drink molto alcolico, ed è quindi un’ottima idea accompagnarlo a qualcosa da mangiare. Gli abbinamenti non sono però scontati: il suo gusto deciso e amaro si presta solo a determinate pietanze, e un cattivo abbinamento può rovinare l’esperienza. Cosa si può abbinare al Negroni per andare sul sicuro?

Puoi ottenere un ottimo risultato affiancandogli formaggio stagionato, in particolare parmigiano e pecorino. Può andare bene anche con preparazioni come il salmone marinato, oppure accanto a salumi e carni lavorate. Per esempio? Il Negroni può accompagnare il petto d’anatra affumicato o, per restare nell’ambito degli stuzzichini, a olive o prosciutto stagionato. Metti da parte la solita birra e gustalo anche insieme alla pizza. Infine, il Negroni è un ottimo abbinamento anche con la grigliata a base di carne.

Hai visualizzato di 60 prodotti

Mostra di più

Loading...
|