Untitled-1
Domaine des Bosquets

Gigondas Rouge 2016 - Domaine des Bosquets

34,50 €

Esaurito

  • Annata: 2016

  • Denominazione: Gigondas AOC

  • Vitigni: grenache, syrah, mourvèdre, cinsault

  • Alcol: 14.5%

  • Formato: 0.75l

  • Allergeni: Solfiti

  • Consumo ideale: 2018/2025

  • Temperatura di servizio: 16/18 °C

  • Momento per degustarlo: Per viziarsi

  • Giudizio di Tannico: 92/100

  • Tipologia: Rosso

  • Abbinamenti: Formaggi stagionati, Secondi di carne rossa

Riconoscimenti annata corrente

  • ROBERT PARKER 92/100
  • WINE SPECTATOR 92/100
  • ANTONIO GALLONI 92/100
  • DECANTER 92/100
  • WINE ENTHUSIAST 92/100
  • JANCIS ROBINSON 17/20

Note di degustazione

All’esame visivo si presenta con un bel colore, rosso rubino vivo e intenso. I profumi che avvolgono il naso sono concentrati, e presentano tocchi di piccola frutta rossa alternati a sentori speziati e rimandi minerali. In bocca è corposo, rotondo, con un sorso lineare e scorrevole, che termina leggermente tannico.

Abbinamenti

Perfetto con una bella selezione di formaggi stagionati, è da provare anche con i secondi di carne rossa come arrosti e brasati.

cantina

Domaine des Bosquets è una delle tenute più storiche della zona vitivinicola situata a sud del Rodano.
La maison è stata fondata nel 1644 da Jean de Rivière, ma i primi vigneti nel... vai alla scheda della cantina

Gigondas Rouge 2016 - Domaine des Bosquets: Perché ci piace

Questo Gigondas Rouge rappresenta la principale produzione del Domaine des Bosquets, il biglietto da visita con cui è giusto partire per addentrarsi nella produzione aziendale. Si tratta di un blend di grenache, syrah, mourvèdre e cinsault caratterizzato da profumi importanti e da un buon potenziale d’invecchiamento. Le uve crescono in vigne che hanno più di 50 anni, lavorate in agricoltura sostenibile con rese bassissime, che non superano i 23hl/ha. I grappoli delle diverse varietà vengono interamente diraspati, e la fermentazione avviene in acciaio. In fase di affinamento ogni uva viene lavorata separatamente, riposando in legni di diverse capacità. Si procede poi con il blend, e il vino viene lasciato riposare per altri 12 mesi in cemento. Una bottiglia coinvolgente, che non necessita di troppe parole per descriverla ma bensì di un sorso attento, dal quale ognuno è libero di trarre le proprie considerazioni.

I più venduti

Altre promo