Untitled-1
Donnafugata

Etna Rosso Contrada Montelaguardia DOC “Fragore” 2016 - Donnafugata

57,00 €

Esaurito

  • Annata: 2016

  • Denominazione: Etna DOC

  • Vitigni: nerello mascalese 100%

  • Alcol: 14.5%

  • Formato: 0.75l

  • Consumo ideale: 2018/2030

  • Temperatura di servizio: 16/18 °C

  • Momento per degustarlo: Cena tra amici , Serata tra intenditori

  • Giudizio di Tannico: 9/10

  • Tipologia: Rosso

  • Abbinamenti: Pollame, Secondi di carne bianca, Secondi di carne rossa

Riconoscimenti annata corrente

  • JAMES SUCKLING 96/100
  • Luca Maroni Punteggio 95/100
  • FALSTAFF 95/100
  • ROBERT PARKER 93/100

Note di degustazione

Rosso rubino elegante e luminoso il colore alla vista. Il naso è ampio e profondo, con note floreali di viola e rimandi fruttati al ribes che fanno da apripista, poi completati da complessi sentori di pietra focaia, di tabacco dolce e di noce moscata. L’assaggio è ricercato e complesso quanto il naso, spiccatamente minerale e importante (ma raffinato) nella trama tannica. Notevole la persistenza.

Abbinamenti

Lo troverete ottimo insieme con l’anatra alla pechinese, ma anche in abbinamento con il tacchino in salsa di funghi ci sta davvero niente male.

cantina

Guardando al panorama produttivo nazionale non è facile trovare altre realtà che in Italia si identificano in modo così profondo con il proprio territorio, come riesce a fare Donnafugata con la... vai alla scheda della cantina

Etna Rosso Contrada Montelaguardia DOC “Fragore” 2016 - Donnafugata: Perché ci piace

Le più autorevoli voci di settore dicono che nei prossimi anni, sullo scenario dell’enologia del Bel Paese, i vini dell’Etna avranno sicuramente un posto di rilievo.
Donnafugata sta scommettendo su questo territorio, da cui sta ricavando di stagione in stagione bottiglie di assoluto livello: il “Fragore” di Contrada Montelaguardia non smentisce le aspettative.
Un Rosso in cui i pregiati grappoli di nerello mascalese si fondono con le note territoriali, arrivando a proporre una bevuta davvero straordinaria. Un invecchiamento di 14 mesi in botti di rovere francese e un affinamento di ulteriori dieci mesi in bottiglia, completano poi un quadro che diventa una vera e propria opera d’arte, a maggior ragione se si considera che l’etichetta è stata pensata dall’illustratore Stefano Vitale.
Insomma semplicemente una scommessa vincente - quella dell’Etna - su cui anche noi al pari di Donnafugata facciamo a occhi chiusi e senza esitazione la nostra puntata.
Voi che aspettate?

Altro da questa cantina

Vedi tutti i prodotti di Donnafugata

I più venduti

Altre promo