Untitled-1
Domaine Michel & Stéphane Ogier

Côte Rôtie "La Belle Hélène" 2012 - Domaine Stéphane Ogier

355,00 €

Esaurito

  • Annata: 2012

  • Denominazione: Côte-Rôtie AOC

  • Vitigni: syrah 100%

  • Alcol: 13%

  • Formato: 0.75l

  • Allergeni: Solfiti

  • Consumo ideale: 2022/2042

  • Temperatura di servizio: 16/18 °C

  • Momento per degustarlo: Aperitivo , Cena formale , Cena tra amici , Pranzo in famiglia , Serata tra intenditori

  • Giudizio di Tannico: 9/10

  • Tipologia: Rosso

  • Abbinamenti: Formaggi stagionati, Primi di carne, Primi di terra, Secondi di carne bianca, Secondi di carne rossa

Riconoscimenti annata corrente

  • ROBERT PARKER 98/100
  • WINE SPECTATOR 95/100
  • ANTONIO GALLONI 95/100

Note di degustazione

E' un prodotto raffinato e si contraddistingue con una personalità densa, potente e molto complessa. Ha un colore granato molto intenso, è concentrato ed equilibrato, il bouquet dei profumi va dal cassis al lampone, dagli aromi minerali al carbone, dalla grafite al tabacco, è un'esplosione di aromi al naso. In bocca è perfettamente bilanciato, un tannino morbido e setoso, una grande morbidezza ed una vibrante acidità accompagnano una buona percezione sapida. Grande vino, per appassionati ed intenditori.

Abbinamenti

Potremmo accompagnarlo con un filetto di manzo come una lepre in salmì o un'anatra arrosto, ma anche dei formaggi stagionati ci starebbero benissimo.

cantina

"Domaine Stéphane Ogier è un produttore di una denominazione nordica del Rhône molto importante e conosciuta tra appassionati e non, la Côte Rôtie. È una cantina nota prevalente per le sue... vai alla scheda della cantina

Côte Rôtie "La Belle Hélène" 2012 - Domaine Stéphane Ogier: Perché ci piace

E' il fiore all occhiello del Domaine Stéphane Ogier, il syrah Côte Rôtie "La Belle Hélène" è vino con cui flirtare, che ti seduce con la sua eleganza e complessità, è l'opposto polare del profumato Lancement, più cupo, denso e potente. Le vigne da cui proviene sono vecchie oltre 55 anni, dopo la macerazione a freddo affina trenta mesi in barriques nuove, che completano e domano perfettamente il grandissimo lavoro che Stéphane fa in vigna. E' certamente un vino dal fascino precoce, grande anche se bevuto giovane, ma dopo 6 o 7 anni di cantina sarà magnifico, figuriamoci dopo qualche decennio. Chapeau al Domaine Stéphane Ogier, complimenti vivissimi.

I più venduti

Altre promo