Untitled-1
Domaine de Beaurenard

Châteauneuf-du-Pape Rouge "Gran Partita" 2012 - Domaine de Beaurenard

117,00 €

Esaurito

  • Annata: 2012

  • Denominazione: Châteauneuf-du-Pape AOC

  • Vitigni: grenache, mourvèdre, syrah, counoise, cinsault, vaccarèse, terret noir, muscardin, clairette, picpoul, picardan, bourboulenc, roussanne

  • Alcol: 14.5%

  • Formato: 0.75l

  • Consumo ideale: 2016/2030

  • Temperatura di servizio: 18/20 °C

  • Momento per degustarlo: Occasioni speciali

  • Giudizio di Tannico: 9/10

  • Tipologia: Rosso

  • Abbinamenti: Formaggi stagionati, Primi di carne, Secondi di carne bianca, Secondi di carne rossa, Secondi di terra, Selvaggina

Note di degustazione

All'esame visivo è di un fantastico rosso rubino acceso e intenso, in olfattiva le spezie dolci sono sovrane, liquirizia, chiodi di garofano, vaniglia accompagnate da netti e precisi profumi di mora, cassis e lampone. In bocca è teso, acido e minerale, però morbido ed alcolico, il tutto sostenuto da un tannino suadente, molto fruttato in retrogusto, grande prodotto.

Abbinamenti

Da provare con piatti di cacciagione e selvaggina, grassi ed elaborati, come il piccione alla leccarda.

cantina

"Nel XIV secolo, durante i loro soggiorni a Avignone, i papi, e in particolare il papa Giovanni XXII, costruirono un castello papale a Châteauneuf-du-Pape, nella valle de Rodano, impressionati dai... vai alla scheda della cantina

Châteauneuf-du-Pape Rouge "Gran Partita" 2012 - Domaine de Beaurenard: Perché ci piace

L'espressione di una famiglia e di un terroir coltivato con amore e cura, Gran Partita incarna la storia della famiglia Coulon, viticoltori in Châteauneuf-du-pape da ben 7 generazioni. Degustare Gran Partita ricrea l'alchimia unica della sinfonia dei tredici vitigni tradizionali della denominazione, come Mozart e tredici strumenti a fiato, ogni varietà di uva porta la sua personalità di un terroir incredibile. Proviene dall'assemblaggio di vecchi vigneti accuratamente selezionati, questo vino è un legame tra le generazioni, rendendo ciascuna di esse eterna, un'essenza che viaggia nel tempo.
E' stato imbottigliato dopo un invecchiamento di due anni nella cantina, il 10 settembre 2014, era un giorno "frutta" nel calendario biodinamico, che permette al vino di esprimere al vino il meglio della sua personalità.
Il 2012 è una grande annata in quella zona, che unisce intensità, finezza ed energia. Ha caratteristici profumi di liquirizia e vaniglia, lampone e fiori, in bocca un'eleganza incredibile e un tannino di seta, è un grandissimo vino che ogni amante o intenditore dovrebbe avere nella propria cantina.

Chi ha acquistato questo articolo ha acquistato anche

I più venduti

Altre promo