Untitled-1
Giacomo Conterno

Barolo Riserva "Monfortino" 2013 - Giacomo Conterno

790,00 €

Esaurito

Quando richiedi di essere notificato, dichiari di aver preso visione e di accettare la privacy policy

Ordine massimo: 1 bottiglia per cliente


Dato il loro valore bottiglie di pregio come questa non sono soggette a promozioni e sconti. Non è possibile inoltre acquistare questi prodotti con buoni o coupon emessi da partner terzi.

Ordine massimo: 1 bottiglia per cliente

  • Annata: 2013

  • Denominazione: Barolo DOCG

  • Vitigni: nebbiolo 100%

  • Alcol: 15%

  • Formato: 0.75l

  • Consumo ideale: 2023/2053

  • Temperatura di servizio: 16/18 °C

  • Momento per degustarlo: Occasioni speciali

  • Giudizio di Tannico: 99pt

  • Tipologia: Rosso

  • Abbinamenti: Formaggi stagionati, Selvaggina

Riconoscimenti annata corrente

  • Bibenda 5 Grappoli
  • James Suckling 99
  • Robert Parker 98
  • Slow Grande Vino

Note di degustazione

Eleganza, classicità e perfezione. Barolo Riserva Monfortino regala un calice rosso granato, di luminosità eccezionale. Naso espressivo, cesellato da un importante bouquet floreale, petali di rosa secchi e incenso, liquirizia e tabacco, cedro e menta, con soavi e dolci rimandi di ciliegia. Sorso di eleganza infinita: nulla è lasciato alla potenza. Agile, flessuoso e delicato, rivela una profondità straordinaria. Immenso. Inarrivabile.

Abbinamenti

Superbo con formaggi importanti e di particolare stagionatura, il Monfortino di Giacomo Conterno regala grandi emozioni su piatti raffinati di selvaggina.

cantina

Quella delle Langhe è una delle zone geografiche più importanti del Piemonte. Estesa a cavallo tra i territori delle due province di Asti e di Cuneo, nonché confinante con altre due aree ... vai alla scheda della cantina

Barolo Riserva "Monfortino" 2013 - Giacomo Conterno: Perché ci piace

Il Barolo Riserva "Monfortino" prende vita dal mitico vigneto Francia, il cru più meridionale di Serralunga d'Alba, assieme ad Arione. Il vigneto si estende per 14 ettari: la caratteristica unica e inconfondibile di questo cru è la matrice calcarea, che dona ai vini un alto grado di salinitià. Per il nebbiolo, vengono utilizzati 10 diversi cloni, tra cui il più diffuso è la varietà "lampia". Su ogni tralcio viene poi lasciato un unico grappolo d'uva. Roberto Conterno, attuale enologo e proprietario, individua durante la vendemmia le migliori parcelle di quell'annata, e da esse prenderà forma - se ci saranno le giuste condizioni - il Monfortino.
In cantina, ciascuna parcella viene vinificata separatamente, con una lunga macerazione di ben 5 settimane. La fermentazione viene svolta in tini troncoconici di legno austriaco, prodotti dalla Stockinger: un legno di altissima qualità, senza alcuna tostatura, al fine di lasciare intatte le qualità del mosto.
E' qui, in cantina, che Roberto Conterno valuta se le botti possono essere idonee a diventare Monfortino: viceversa, concorreranno a produrre Barolo Francia.
Il vino inizia poi il lungo periodo di affinamento, effettuato sempre in botti di legno di varia dimensione ed età, di regola per 7 anni, con alcune eccezioni a seconda dell'annata. Per questa annata, la 2008, infatti il Monfortino ha riposato per sei anni.
Il vino più buono al mondo, il numero 1, per molti appassionati e conoscitori. Indiscutibilmente il capolavoro dei Conterno.

Questa bottiglia proviene da collezioni di privati, da ristoranti, enoteche o da commercianti di vini rari. Prima della messa in vendita è stata controllata dal Team di Tannico. Non possiamo però garantire che a distanza di tanti anni il vino sia ancora perfettamente conservato. Tannico garantisce che le condizioni della bottiglia sono esattamente come da descrizione presente nella pagina del prodotto. La vendita di questa bottiglia è quindi soggetta alla clausola “come visto e piaciuto".

I più venduti

Altre promo