Vini Austriaci


L’Austria rappresenta una delle nazioni vitivinicole più attive e dinamiche d’Europa, testimone di una tradizione antichissima.

Il Paese è noto prevalentemente per i vini bianchi, considerati di notevole prestigio. Anche i vini rossi hanno saputo nel tempo guadagnare importanza a livello internazionale. La classificazione dei vini austriaci è unica per tutto il paese, effettuata sulla base della concentrazione di zucchero.

La regione più rilevante dal punto di vista vitivinicolo è la Bassa Austria. Parte di essa è Wachau, la zona più conosciuta e prestigiosa, caratterizzata da un microclima particolare che permette una maturazione ideale delle uve. I terreni, con forti formazioni rocciose, sono particolarmente adatti alla coltivazione del riesling, oltre che del grüner veltliner, il vitigno più coltivato del paese, sauvignon blanc e chardonnay.
Le due regioni limitrofe, Kremstal e Kamptal, si sviluppano attorno alla città di Krems: nonostante siano meno conosciute di Wachau, queste due zone producono vini di eccellente qualità, al pari della più nota zona. Qui si producono soprattutto grandi vini bianchi.
Weinviertel è la regione vinicola più estesa del paese e si estende sulla parte nord-est della Bassa Austria. Qui la varietà di suoli, sempre misti a formazioni rocciose, permettono la coltivazione di vari vitigni, tra cui pinot nero, gewürztraminer e riesling. Nei territori di Vienna e Thermenregion, l’85% dei vitigni coltivati è a bacca bianca.

Il Burgerland è la seconda regione vitivinicola più importante dell’Austria, terra di vini bianchi potenti e vini rossi densi. La terza regione vitivinicola dell’Austria è la Stiria, dove il clima mediterraneo rende possibile la coltivazione di chardonnay e vari vitigni a bacca bianca. Le altre zone, di minore importanza, sono Traisental e Carnuntum, con una superficie vitata poco estesa, e Wagram, più estesa.